Introduzione al concerto :

2015-12-19 20.03.10

“Non ne conosciamo il nome, il viso e neppure se abbia mai eseguito in pubblico il Concerto per pianoforte e orchestra n. 9 per lei scritto da Wolfgang Amadeus Mozart. Appare però chiaro, ascoltando lo struggente Andante centrale e la spericolata difficoltà di alcune pagine come il Rondò finale, quanto Mademoiselle Jeunhomme (o Jenomy), pianista francese di passaggio a Salisburgo nel gennaio 1777, dovesse aver stregato il compositore ventunenne. Un capolavoro nato per una misteriosa virtuosa della tastiera e ora affidato all’eccellenza di Yuja Wang. Nella seconda parte della serata, Zubin Mehta e la sua Orchestra fronteggiano la Sinfonia n. 9, lasciata incompiuta da Anton Bruckner e dedicata, con la lucida cognizione di essere giunto al suo ultimo lavoro, “Al buon dio”.”

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart
Concerto per pianoforte e orchestra in mi bemolle maggiore K. 271 Jeunehomme

Anton Bruckner
Sinfonia n. 9 in re minore

Artisti

Direttore
Zubin Mehta
Pianoforte:
Yuja Wang
2015-12-19 20.04.04
Ieri sera si è presentata con un vestito bellissimo color ..VERDE MELA !!… minuta …e bellissima, in mezzo al nero assoluto dei concertisti era un fiore, una foglia nuova , un anticipo del solstizio… scarpine d’argento con un tacco improbabile.. una esecuzione stupenda.
2015-12-19 20.59.23
Mi piace ricordarla così, mentre firma gli autografi, umana e sorridente, in tutta la sua giovane bellezza, fuori dallo schema della pianista supersexy e superbrava.
La seconda parte del concerto senza di lei, profonda e toccante, non conosco Bruckner, ma ciò che ho ascoltato ieri sera… mi invita ad approfondire.
Le foto sono mie ed orribili. Non m’importa. E’ ciò che ricordano che conta per me.
2015-12-19 22.32.21