Un libro poco pubblicizzato, l’ ho scaricato sul mio kindle perchè  mi piaceva il titolo. In realtà è un bel libro..ci sono pagine introspettive, forse per questo…

La donna che collezionava farfalle” di Bernie McGill 

C’è un  brano che mi  ha colpito.  Descrive bene i periodi oscuri come  buchi neri, inutili, che non insegnano alcunché se non a dilatare esageratamente la sensibilità,  periodi che era semplicemente meglio non ci fossero….vanessa del cardo

“La prigione è quella che porto dentro….

Non dirò mai: “non era poi così male“, non diluirò mai la paura, lo spavento e l’orrore, perché è stato orribile in tutto e per tutto, anche peggio. Non dirò mai “è finita“, perché non sarà mai finita. Non dirò mai “appartiene a un lontano  passato”, perché non è così. E’ il buco nel presente e nel futuro, in ogni mio giorno e in ogni altro giorno a venire. Non dirò mai è straordinario ciò che lo spirito riesce a sopportare, non perché non sia vero….ma perché parlarne, metterlo in parole significherebbe sminuire ciò che lo spirito sa conquistare…

” la vita è fluida.

Siamo i fantasmi di tutti coloro che potremmo diventare,

e scrutiamo il futuro per scorgere uno sprazzo fugace di ciò che potrà essere;

i nostri sé futuri ci restituiscono lo sguardo,

osservano chi saremmo potuti essere

ma non siamo mai stati…”

images

Annunci